Osservazioni sulla traslitterazione dal greco antico nelle REICAT

In più occasioni avevo elogiato la semplicità e la chiarezza che contraddistingue la tavola di traslitterazione dell’alfabeto greco (antico) delle RICA. La chiarezza emerge dalla applicazione del metodo di pronuncia erasmiano; la semplicità si coglie nella scelta di soluzioni pratiche di facile utilizzo soprattutto nella gestione delle vocali e delle consonanti velari, nonché nella omissione di alcuni segni grafici (spirito dolce, accenti, coronide, dieresi) e nella resa dello spirito aspro con “h”, rilevandone il valore di aspirazione: lo schema delle RICA è di facile uso non soltanto per le intestazioni, ma soprattutto per le citazioni estese, oggi sempre più diffuse, anche in modo eccessivo.

Come è noto a chi ha studiato il greco antico, la pronuncia convenzionale (nel mondo antico non esisteva il registratore) nota come erasmiana (da Erasmo da Rotterdam, autore del De recta latini graecique sermonis pronuntiatione, 1528) differisce da quella del greco moderno (di derivazione bizantina) per la resa delle lettere “eta” e “beta” rispettivamente con “e lunga (ē)” e “b” anziché con “i” e “v” (itacismo).

Esaminando la bozza delle REICAT, pur condividendo l’esigenza di una apposita tavola per il greco moderno, non vedo quale senso abbia sopprimere la tavola del greco antico: c’è qualcuno che traslittererà l’autore dell’Iliade con “Homiros” o il maestro di Platone con “Sōkratis”?

Noto, inoltre, che si introduce anche la traslitterazione dei segni grafici omessi tranne la coronide (dimenticata o assimilata allo spirito dolce): avevano fatto bene le RICA a ometterli in quanto superflue per chi conosce il greco e oscure per chi non lo conosce e trova segni che non sa interpretare. Infine, non mi pare corretto parlare di derivazione “dall’uso latino” (p. 361) come se la traslitterazione tradizionale non avesse riscontri nella documentazione scritta del greco antico.

Auspico che nella versione definitiva delle REICAT ci sia un ripensamento, lasciando la tavola di traslitterazione del greco antico come era nella RICA.

Una Risposta

  1. quoto ogni singola parola!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: